Campagne Pinterest Ads: arrivano anche in Italia gli annunci su Pinterest.

17 Set 2019 | Luca Faccin, Pay Per Click, Pinterest Ads | 0 commenti

La pubblicità nel social media delle foto e dei pinners è l’ideale per le aziende del Made in Italy

In PerformancePPC siamo sempre attenti ai nuovi canali Pay Per Click che potrebbero essere utili ai nostri clienti. Sperimentare le nuove piattaforme è la nostra passione e in questo caso, con le campagne Pinterest Ads, abbiamo riscontrato uno strumento di advertising che potrebbe essere molto profittevole per le aziende del Made in Italy.

In questo articolo vedremo per quali business Pinterest è più adatto, come creare campagne Pinterest Ads e faremo un confronto con le altre piattaforme famose quali Facebook Ads e Google Ads.

 

Promozione di Pinterest Ads

Consiglio di leggere questo articolo fino in fondo, alla fine ho lasciato link interessanti per l’approfondimento.

Per chi non lo sapesse, cos’è Pinterest

Nato nel 2010, Pinterest è un social network ancora in crescita che conta oggi circa 150 milioni di utenti nel mondo. Si stima che gli utenti italiani siano tra i 5 e gli 8 milioni anche se l’azienda non da numeri ufficiali.

Pinterest si basa sulla condivisione di foto, video e immagini ma si distingue per i suoi “pin” ossia la possibilità per gli utenti, chiamati pinners, di “pinnare” una foto o un video per raccoglierlo nelle proprie bacheche personali.

Il concetto è lo stesso di quando appendiamo con una puntina una foto che ci piace in una bacheca di sughero. Queste bacheche sono come degli autentici cataloghi divisi per argomento, dove ognuno può raccogliere immagini video o foto che ritiene più interessanti.

A questo punto possiamo condividere nel social pin, bacheche, creare bacheche di gruppo, ecc…

Chiaramente nel feed Pinterest saranno proposti pin relativi ad argomenti che ci interessano, dichiarati in fase di iscrizione o in base ai nostri pin precedenti, questi saranno i nostri contenuti organici.

Oltre a questo l’utente ha la possibilità di fare delle ricerche per parole chiave per cui scoprire nuove bacheche e contenuti per lui interessanti.

I temi di tendenza su Pinterest

 

Advertising Pinterest

Gli argomenti che vanno per la maggiore su Pinterest sono da sempre Fashion, Beauty e Food. Ma vanno molto anche contenuti su Design, Travel e Tecnologia. Stiamo parlando per cui di settori dove Made in Italy la fa da padrone!

Capirete ora l’importanza che può avere questa piattaforma per un’azienda che produce prodotti che si vendano bene attraverso le immagini o i video.

Se, ad esempio, supponiamo di avere un azienda che produce arredamento Made in Italy, gli utenti interessati potrebbero essere dei trentenni prossimi al matrimonio che stanno pensando come arredare casa. Questi utenti utilizzano Pinterest per raccogliere foto ed idee per l’arredamento, pinnano i nostri contenuti e li condividono con gli amici per sentire che ne pensano, creano una bacheca con tutte le idee per la loro cucina, ecc.

Chi sono gli utenti di Pinterest

Secondo i dati statistici globali gli utenti di Pinterest sono per la maggior parte Millenials ossia giovani di 25-34 anni (anche qui ritroviamo ad esempio il target perfetto per chi sta arredando la sua prima casa).

I Pinners sono compratori: il 55% degli utenti usa Pinterest per arrivare all’acquisto (è una % più alta rispetto agli altri social) .

L’84% degli utenti dichiara di apprendere cose nuove da Pinterest; l’87% ha comprato prodotti visti/conosciuti su Pinterest e il 93% ha in mente di farlo.

L’80% dei Pinners sono mobile-centric, ossia utilizzano l’app Pinterest da mobile ed è qui che troviamo le sessioni più lunghe.

 

Luca Faccin (autore di questo articolo), un Millennial che usa Pinterest 🙂

Annunci pubblicitari con Pinterest Ads

Il 7 marzo 2019 Pinterest lancia la sua piattaforma di advertising anche in Italia permettendo di sponsorizzare i contenuti e risultati delle ricerche.

La piattaforma pubblicitaria Pinterest Ads Italia è ancora giovane e poco diffusa, ma è molto promettente.

I Pin sponsorizzati sono oggi disponibili in 11 Paesi tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Canada, Francia (dal 2018), Irlanda, Nuova Zelanda, Germania, Austria, Spagna e Italia. Sono inoltre in test le Ads nei Paesi Bassi, in Belgio, Portogallo e Svizzera.

Con la pubblicità in Pinterest Ads è possibile ottenere una media del 20% di clic in più rispetto ai soli contenuti organici. Pinterest evidenzia i Pin sponsorizzati aggiungendo la parola “Sponsorizzato” sotto il Pin mettendo in evidenza anche il nome dell’azienda che ha sponsorizzato tale contenuto.

Quando sponsorizzare in Pinterest

Per farti capire se la pubblicità in Pinterest Ads può essere un canale di comunicazione utile al tuo business ci poniamo tre domande botta-risposta:

Per che tipologie di business è più adatto?

Come detto i temi di tendenza su Pinterest sono da sempre Fashion, Beauty e Food + Design, Travel e Tecnologia. Ma ce ne possono essere sicuramente altri di inesplorati da testare, l’importante è che si tratti di un prodotto che abbia senso promuovere tramite immagini o video.

Per quale fase del processo di acquisto è più adatto?

Le campagne in Pinterest Ads danno il massimo rendimento all’inizio del processo d’acquisto, nella parte alta del funnel, nell’awareness… anche se Pinterest basa molto le statistiche del proprio social sulle conversioni/acquisti che porta ai business.

Che tipo di pubblico target permette di intercettare?

Sono disponibili diverse forme di targettizzazione del pubblico tutte molto interessanti:

  • Per dati demografici, come genere, età, località e lingue;
  • Per dispositivi e posizionamento (search o feed);
  • Per interessi che permette di raggiungere persone sulla base dei Pin con cui hanno interagito;
  • Per parole chiave che ci permette di aumentare le impressioni degli annunci Pinterest nei risultati di ricerca e nei Pin correlati.

Come creare le prime Pinterest Ads

Prima di iniziare

Per iniziare a creare le tue Ads su Punterest assicurati di avere un account di tipo business. Se non lo è, si può trasformare in pochi clic e dopo averlo creato potrai avere accesso alle tue statistiche e invitare collaboratori.

Imposta il metodi di pagamento e i dati di fatturazione.

Collega il tuo sito web inserendo lo snippet html Pinterest all’interno del tuo codice. Questo permette di ricevere dati analitici e di attribuzione relativi ai contenuti che potrebbero già essere presenti su Pinterest.

Creazione campagne in Pinterest Ads

 

Creazione campagna Pinterest Ads

Vediamo ora come creare delle campagne Pinterest. Per configurare una campagna si accede a https://ads.pinterest.com/. L’interfaccia è molto simile alla Gestione Inserzioni di Facebook, a step con campagna, gruppo di inserzioni, annunci.

Vediamo ora i tre passaggi nel dettagli.

Creazione campagna

La prima fase consiste nella creazione della campagna. Qui possiamo impostare obiettivo, nome e budget della nostra campagna Pinterest.

Creazione gruppo

Ora andiamo a creare il primo gruppo di annunci dove si definiscono il nome del gruppo, i pubblici personalizzati (visitatori sito, elenco di clienti caricato, interazione con i Pin dal dominio verificato, pubblico simile, ecc.), il targeting (genere, età, località, lingue, dispositivi, posizionamento), gli interessi e le parole chiave.

Sempre a questo livello si definiscono il budget del gruppo e la programmazione oltre che offerta CPC e pacing (velocità/modalità utilizzo).

Creazione annuncio Pinterest

Infine, a livello di annuncio si può scegliere se selezionare i pin da sponsorizzare o crearne di nuovi appositamente.

Pro/Contro di Pinterest Ads e confronto con Facebook Ads e Google Ads

Per permettervi di valutare meglio le potenzialità del mezzo di advertising abbiamo preparato un breve confronto tra Pinterest Ads, Facebook Ads e Google Ads in termini di implementazione tecnica, performance e risultati.

Pro

  • Meno concorrenza nell’advertising rispetto Facebook Ads e Google Ads (almeno per adesso);
  • Interfaccia simile a Facebook Ads, cosa utile per chi usa Business Manager di Facebook;
  • Offre la possibilità di selezionare parole chiave, cosa che su Facebook non è possibile. Su Google questo è possibile, ma ricordiamoci che qui siamo in un social!
  • Editor massivo delle Ads che su Facebook è possibile solo integrando tool terzi (es. AdEspresso);
  • Aumento della reach organica su Pin sponsorizzati.

Contro

  • Bacino utenti inferiore rispetto a Facebook, e ancor di più rispetto a Google;
  • Adatto a settori e categorie di business ben specifiche;
  • Piattaforma Ads e social nuovi, ancora da perfezionare tecnicamente.

Conclusioni su Pinterest Ads

Per noi di PerformancePPC Pinterest ha superato la prova e diventa un’altro tools valido nella nostra cassetta degli attrezzi da usare nei contesti e nelle modalità adatte per portare i massimi risultati.

Sebbene ancora poco diffuso ha dalla sua la specificità, cosa non da poco e a mio personale avviso elemento essenziale nel futuro dei social.

Si tratta in definitiva di uno strumento da prendere in considerazione per quelle aziende pienamente in target ma anche per tutte quei settori inesplorati che fanno delle proprie immagini e video un asset di vendita.

In definitiva Pinterest Ads è uno strumento per differenziare la propria comunicazione, anche rispetto la concorrenza.

Se vuoi iniziare ad investire in campagne Pinterest Ads o in altri canali Pay Per Click, i più adatti a te, contattaci per una prima call conoscitiva gratuita. Valuteremo insieme il tuo caso e stabiliremo quale sia la miglior strategia per il tuo business.

Potrai infine valutare liberamente una nostra proposta collaborativa che potrà avvenire in diverse forme.

Post Scriptum

Ringraziamo per il contributo a questo articolo la nostra collaboratrice Alessia Spadaccini, una delle prime utilizzatrici della piattaforma Pinterest Ads in Italia.

 

Alessia Spadaccini, esperta di Pinterest Ads @PerformancePPC

Nella puntata #7 PINTEREST ADS Come e perché creare campagne pubblicitarie in Pinterest? del nostro podcast Alessia Spadaccini e Fabio Faccin hanno parlato ampiamente di Pinterest Ads. Potete vedere la puntata #7 su Pinterest Ads anche in video sul canale YouTube di PerformancePPC.

Presto Alessia Spadaccini rilascerà un documento con una guida pratica molto dettagliata per la creazione e l’ottimizzazione delle campagne Pinterest Ads, se sei interessato continua a seguirci o scrivici via email a info@performance-ppc.com.

La pubblicità nel social media delle foto e dei pinners è l’ideale per le aziende del Made in Italy

In PerformancePPC siamo sempre attenti ai nuovi canali Pay Per Click che potrebbero essere utili ai nostri clienti. Sperimentare le nuove piattaforme è la nostra passione e in questo caso, con le campagne Pinterest Ads, abbiamo riscontrato uno strumento di advertising che potrebbe essere molto profittevole per le aziende del Made in Italy.

In questo articolo vedremo per quali business Pinterest è più adatto, come creare campagne Pinterest Ads e faremo un confronto con le altre piattaforme famose quali Facebook Ads e Google Ads.


Promozione di Pinterest Ads

Consiglio di leggere questo articolo fino in fondo, alla fine ho lasciato link interessanti per l’approfondimento.

Per chi non lo sapesse, cos’è Pinterest

Nato nel 2010, Pinterest è un social network ancora in crescita che conta oggi circa 150 milioni di utenti nel mondo. Si stima che gli utenti italiani siano tra i 5 e gli 8 milioni anche se l’azienda non da numeri ufficiali.

Pinterest si basa sulla condivisione di foto, video e immagini ma si distingue per i suoi “pin” ossia la possibilità per gli utenti, chiamati pinners, di “pinnare” una foto o un video per raccoglierlo nelle proprie bacheche personali.

Il concetto è lo stesso di quando appendiamo con una puntina una foto che ci piace in una bacheca di sughero. Queste bacheche sono come degli autentici cataloghi divisi per argomento, dove ognuno può raccogliere immagini video o foto che ritiene più interessanti.

A questo punto possiamo condividere nel social pin, bacheche, creare bacheche di gruppo, ecc…

Chiaramente nel feed Pinterest saranno proposti pin relativi ad argomenti che ci interessano, dichiarati in fase di iscrizione o in base ai nostri pin precedenti, questi saranno i nostri contenuti organici.

Oltre a questo l’utente ha la possibilità di fare delle ricerche per parole chiave per cui scoprire nuove bacheche e contenuti per lui interessanti.

I temi di tendenza su Pinterest


Advertising Pinterest

Gli argomenti che vanno per la maggiore su Pinterest sono da sempre Fashion, Beauty e Food. Ma vanno molto anche contenuti su Design, Travel e Tecnologia. Stiamo parlando per cui di settori dove Made in Italy la fa da padrone!

Capirete ora l’importanza che può avere questa piattaforma per un’azienda che produce prodotti che si vendano bene attraverso le immagini o i video.

Se, ad esempio, supponiamo di avere un azienda che produce arredamento Made in Italy, gli utenti interessati potrebbero essere dei trentenni prossimi al matrimonio che stanno pensando come arredare casa. Questi utenti utilizzano Pinterest per raccogliere foto ed idee per l’arredamento, pinnano i nostri contenuti e li condividono con gli amici per sentire che ne pensano, creano una bacheca con tutte le idee per la loro cucina, ecc.

Chi sono gli utenti di Pinterest

Secondo i dati statistici globali gli utenti di Pinterest sono per la maggior parte Millenials ossia giovani di 25-34 anni (anche qui ritroviamo ad esempio il target perfetto per chi sta arredando la sua prima casa).

I Pinners sono compratori: il 55% degli utenti usa Pinterest per arrivare all’acquisto (è una % più alta rispetto agli altri social) .

L’84% degli utenti dichiara di apprendere cose nuove da Pinterest; l’87% ha comprato prodotti visti/conosciuti su Pinterest e il 93% ha in mente di farlo.

L’80% dei Pinners sono mobile-centric, ossia utilizzano l’app Pinterest da mobile ed è qui che troviamo le sessioni più lunghe.


Luca Faccin (autore di questo articolo), un Millennial che usa Pinterest 🙂

Annunci pubblicitari con Pinterest Ads

Il 7 marzo 2019 Pinterest lancia la sua piattaforma di advertising anche in Italia permettendo di sponsorizzare i contenuti e risultati delle ricerche.

La piattaforma pubblicitaria Pinterest Ads Italia è ancora giovane e poco diffusa, ma è molto promettente.

I Pin sponsorizzati sono oggi disponibili in 11 Paesi tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Canada, Francia (dal 2018), Irlanda, Nuova Zelanda, Germania, Austria, Spagna e Italia. Sono inoltre in test le Ads nei Paesi Bassi, in Belgio, Portogallo e Svizzera.

Con la pubblicità in Pinterest Ads è possibile ottenere una media del 20% di clic in più rispetto ai soli contenuti organici. Pinterest evidenzia i Pin sponsorizzati aggiungendo la parola “Sponsorizzato” sotto il Pin mettendo in evidenza anche il nome dell’azienda che ha sponsorizzato tale contenuto.

Quando sponsorizzare in Pinterest

Per farti capire se la pubblicità in Pinterest Ads può essere un canale di comunicazione utile al tuo business ci poniamo tre domande botta-risposta:

Per che tipologie di business è più adatto?

Come detto i temi di tendenza su Pinterest sono da sempre Fashion, Beauty e Food + Design, Travel e Tecnologia. Ma ce ne possono essere sicuramente altri di inesplorati da testare, l’importante è che si tratti di un prodotto che abbia senso promuovere tramite immagini o video.

Per quale fase del processo di acquisto è più adatto?

Le campagne in Pinterest Ads danno il massimo rendimento all’inizio del processo d’acquisto, nella parte alta del funnel, nell’awareness… anche se Pinterest basa molto le statistiche del proprio social sulle conversioni/acquisti che porta ai business.

Che tipo di pubblico target permette di intercettare?

Sono disponibili diverse forme di targettizzazione del pubblico tutte molto interessanti:

  • Per dati demografici, come genere, età, località e lingue;
  • Per dispositivi e posizionamento (search o feed);
  • Per interessi che permette di raggiungere persone sulla base dei Pin con cui hanno interagito;
  • Per parole chiave che ci permette di aumentare le impressioni degli annunci Pinterest nei risultati di ricerca e nei Pin correlati.

Come creare le prime Pinterest Ads

Prima di iniziare

Per iniziare a creare le tue Ads su Punterest assicurati di avere un account di tipo business. Se non lo è, si può trasformare in pochi clic e dopo averlo creato potrai avere accesso alle tue statistiche e invitare collaboratori.

Imposta il metodi di pagamento e i dati di fatturazione.

Collega il tuo sito web inserendo lo snippet html Pinterest all’interno del tuo codice. Questo permette di ricevere dati analitici e di attribuzione relativi ai contenuti che potrebbero già essere presenti su Pinterest.

Creazione campagne in Pinterest Ads


Creazione campagna Pinterest Ads

Vediamo ora come creare delle campagne Pinterest. Per configurare una campagna si accede a https://ads.pinterest.com/. L’interfaccia è molto simile alla Gestione Inserzioni di Facebook, a step con campagna, gruppo di inserzioni, annunci.

Vediamo ora i tre passaggi nel dettagli.

Creazione campagna

La prima fase consiste nella creazione della campagna. Qui possiamo impostare obiettivo, nome e budget della nostra campagna Pinterest.

Creazione gruppo

Ora andiamo a creare il primo gruppo di annunci dove si definiscono il nome del gruppo, i pubblici personalizzati (visitatori sito, elenco di clienti caricato, interazione con i Pin dal dominio verificato, pubblico simile, ecc.), il targeting (genere, età, località, lingue, dispositivi, posizionamento), gli interessi e le parole chiave.

Sempre a questo livello si definiscono il budget del gruppo e la programmazione oltre che offerta CPC e pacing (velocità/modalità utilizzo).

Creazione annuncio Pinterest

Infine, a livello di annuncio si può scegliere se selezionare i pin da sponsorizzare o crearne di nuovi appositamente.

Pro/Contro di Pinterest Ads e confronto con Facebook Ads e Google Ads

Per permettervi di valutare meglio le potenzialità del mezzo di advertising abbiamo preparato un breve confronto tra Pinterest Ads, Facebook Ads e Google Ads in termini di implementazione tecnica, performance e risultati.

Pro

  • Meno concorrenza nell’advertising rispetto Facebook Ads e Google Ads (almeno per adesso);
  • Interfaccia simile a Facebook Ads, cosa utile per chi usa Business Manager di Facebook;
  • Offre la possibilità di selezionare parole chiave, cosa che su Facebook non è possibile. Su Google questo è possibile, ma ricordiamoci che qui siamo in un social!
  • Editor massivo delle Ads che su Facebook è possibile solo integrando tool terzi (es. AdEspresso);
  • Aumento della reach organica su Pin sponsorizzati.

Contro

  • Bacino utenti inferiore rispetto a Facebook, e ancor di più rispetto a Google;
  • Adatto a settori e categorie di business ben specifiche;
  • Piattaforma Ads e social nuovi, ancora da perfezionare tecnicamente.

Conclusioni su Pinterest Ads

Per noi di PerformancePPC Pinterest ha superato la prova e diventa un’altro tools valido nella nostra cassetta degli attrezzi da usare nei contesti e nelle modalità adatte per portare i massimi risultati.

Sebbene ancora poco diffuso ha dalla sua la specificità, cosa non da poco e a mio personale avviso elemento essenziale nel futuro dei social.

Si tratta in definitiva di uno strumento da prendere in considerazione per quelle aziende pienamente in target ma anche per tutte quei settori inesplorati che fanno delle proprie immagini e video un asset di vendita.

In definitiva Pinterest Ads è uno strumento per differenziare la propria comunicazione, anche rispetto la concorrenza.

Se vuoi iniziare ad investire in campagne Pinterest Ads o in altri canali Pay Per Click, i più adatti a te, contattaci per una prima call conoscitiva gratuita. Valuteremo insieme il tuo caso e stabiliremo quale sia la miglior strategia per il tuo business.

Potrai infine valutare liberamente una nostra proposta collaborativa che potrà avvenire in diverse forme.

Post Scriptum

Ringraziamo per il contributo a questo articolo la nostra collaboratrice Alessia Spadaccini, una delle prime utilizzatrici della piattaforma Pinterest Ads in Italia.


Alessia Spadaccini, esperta di Pinterest Ads @PerformancePPC

Nella puntata #7 PINTEREST ADS Come e perché creare campagne pubblicitarie in Pinterest? del nostro podcast Alessia Spadaccini e Fabio Faccin hanno parlato ampiamente di Pinterest Ads. Potete vedere la puntata #7 su Pinterest Ads anche in video sul canale YouTube di PerformancePPC.

Presto Alessia Spadaccini rilascerà un documento con una guida pratica molto dettagliata per la creazione e l’ottimizzazione delle campagne Pinterest Ads, se sei interessato continua a seguirci o scrivici via email a info@performance-ppc.com.

Luca Faccin

Digital Project Manager

PPC Specialist

Luca Faccin

Digital Project Manager

PPC Specialist