Conoscere i meccanismi che regolano la piattaforma di advertising online più potente di sempre per ridurre drasticamente i Costi delle Tue Campagne.

È noto ormai, l’advertising online è la forma di marketing che funziona meglio e la più grande piattaforma di advertising online è Google Ads. Un italiano su due, infatti, usa i motori di ricerca per trovare informazioni prima di un acquisto.

Google Ads si rivela quindi una risorsa strategica fondamentale per il marketing. Conoscerne il funzionamento e gli strumenti che mette a disposizione può fare la differenza nel successo di un iniziativa.

Ma come funziona Google Ads? Come funziona il meccanismo “ad asta” per l’aggiudicazione degli annunci? Quali sono i fattori che incidono maggiormente sull’asta di Google Ads? Che cos’è l’Ad Rank? Il Punteggio di Qualità? L’Offerta CPC?

In questo articolo spiego i meccanismi che stanno alla base delle aste per l’inserimento degli annunci in rete di ricerca Google e in rete display Google.

Gli obiettivi di Google

Google Ads è uno strumento di Google per l’inserimento di annunci pubblicitari in rete di ricerca o in rete display ed ha un duplice obiettivo, uno lato utente ed uno lato inserzionista:

  • Lato utente, Google Ads ha per obiettivo quello di dare la risposta più pertinente e completa possibile agli intenti di ricerca;
  • Lato inserzionista, Google Ads ha per obiettivo quello di far guadagnare portando traffico di qualità al sito desiderato.

Per fare in modo di raggiungere allo stesso tempo i due obiettivi, Google ha adottato un funzionamento ad asta per scegliere l’inserzionista che otterrà lo spazio pubblicitario vincendo sui concorrenti.

Schema obiettivi di google ads: dare risposte di valore, far guadagnare inserzionisti

Il funzionamento dell’asta Google Ads

Per ogni parola chiave, o spazio pubblicitario, in cui vogliamo posizionarci avremo dei competitors ossia altri inserzionisti che desiderano lo stesso spazio. Vincendo l’asta, contro i nostri competitors, ci aggiudicheremo lo spazio pubblicitario.


Piccola parentesi: vuoi imparare come creare campagne pubblicitarie in Google Ads e Facebook Ads per la tua Azienda per aumentare il numero di contatti ricevuti e vendite?
Abbiamo creato il videocorso “Pay Per Click per Piccole Medie Imprese” proprio per te.
Scarica gratis 2 Lezioni del corso + la Checklist con tutte le attività da svolgere in una strategia PPC:


Il vincitore dell’asta però non sarà semplicemente colui che offrirà la cifra economica maggiore bensì colui che avrà un Ad Rank maggiore.

L’Ad Rank è un valore unico che prende in considerazione l’offerta dell’inserzionista e il punteggio di qualità dell’annuncio stesso.

L’Ad Rank si può calcolare con questa formula:

Ad Rank = Offerta CPC x Punteggio di Qualità

Vediamo nel dettaglio gli elementi che compongono l’Ad Rank di Google Ads.

Offerta CPC

L’offerta CPC è il valore massimo che l’inserzionista decide di pagare per un singolo click sul suo annuncio. Questo valore viene ottimizzato da Google per mantenerlo più basso possibile all’interno del nostro budget.

Questa è la parte della formula in cui l’inserzionista ha un influenza diretta economica. Vedremo che la seconda parte della formula premia la qualità mentre in questa parte viene premiata la quantità. Google qui si prende cura dell’obiettivo di spesa dell’inserzionista.

Punteggio di Qualità

In questa parte della formula viene premiata la qualità dell’annuncio. Dobbiamo ricordare che uno degli obiettivi principali di Google Ads è quello di offrire risultati di valore per gli utenti del motore di ricerca. Vengono qui presi in considerazione il contenuto dell’annuncio, le parole chiave di ricerca e il CTR previsto.

Questa è la parte che coinvolge maggiormente la creatività dell’inserzionista e la sua capacità di rispondere ai bisogni dell’utente.

adrank formula offertaCPC x punteggio qualità

Il Punteggio di qualità dipende da:

  • Pertinenza delle parole chiave con gli annunci
  • Pertinenza delle parole chiave con la pagina di destinazione
  • CTR previsto

La pertinenza delle parole chiave con gli annunci viene influenzata dalla relazione tra le parole chiave scelte dall’inserzionista per far attivare l’annuncio ed i contenuti dell’annuncio stesso (Titolo 1, Titolo 2, Titolo 3, Descrizione 1, Descrizione 2, Percorso URL).

La pertinenza delle parole chiave con la pagina di destinazione dipende dalla qualità della relazione tra le parole chiave che fanno attivare l’annuncio e i contenuti della pagina di destinazione dell’annuncio stesso.

Il CTR (Click-Through-Rate) previsto è il tasso di click sull’annuncio che viene stimato da Google basandosi su annunci simili.

Da questo possiamo capire che l’inserzionista può esercitare la sua influenza sopratutto sulla relazione di pertinenza:

Parola Chiave >>> Annuncio >>> Pagina di Destinazione

Il costo per i 1 Click

Ma quanto andremo a pagare alla fine per ogni click nel nostro annuncio?

Quello che andremo a pagare per un click sul link in Google Ads sarà l’importo minimo che ci consente di superare l’offerta dell’inserzionista con Ad Rank appena inferiore al tuo, quindi l’inserzionista che viene dopo di noi nella classifica di Ad Rank.

Rielaborando l’equazione, si può vedere che quello che andremo a pagare per un click in Google Ads sarà dato da:


Vediamo di seguito una tabella con alcuni esempi. Consideriamo quattro inserzionisti in competizione (inserzionista A, inserzionista B, inserzionista C, inserzionista D):

Da questa tabella si può vedere come un Punteggio di Qualità alto incida significativamente sull’Ad Rank.

Competitor con budget inferiori ma Punteggi di Qualità più alti possono avere CPC (Costo Per Click) più bassi rispetto a competitor con ad un’alta Offerta economica ma Punteggi di Qualità scarsi.

Questo si traduce in minori costi per la campagna pubblicitaria.

Per esempio un annuncio con punteggio di qualità 2 avrebbe un CPC (Costo Per Click) di 4,01€, ben più alto rispetto ad un annuncio di un competitor con Punteggio Qualità 10 che costerebbe soltanto 1,61€ a click.

Ottimizzazione delle campagne PPC

Abbiamo visto come il Punteggio di Qualità, e quindi la pertinenza keyword-annuncio-landing page, abbiano un influenza diretta sui costi della nostra campagna.

Per questo lo scopo dell’ottimizzazione delle campagne PPC è quello di andare ad aumentare nel tempo il Punteggio di Qualità attraverso annunci di maggiore pertinenza e con più alto CTR.

Questo è il lavoro del Digital Marketer che in un processo continuo di esperimento>misurazione>apprendimento porta le campagne dell’azienda cliente verso il successo aumentando le conversioni e diminuendone i costi relativi.

In PerformancePPC siamo specializzati nella creazione e ottimizzazione di campagne PPC focalizzate sulle conversioni, contattaci per avere maggiori informazioni.


Impara come creare campagne pubblicitarie in Google Ads e Facebook Ads per la tua Azienda per aumentare il numero di contatti ricevuti e vendite.
Il videocorso “Pay Per Click per Piccole Medie Imprese” è studiato proprio per te e i tuoi collaboratori.
Scarica gratis 2 Lezioni del corso + la Checklist con tutte le attività da svolgere in una strategia PPC:

Author Luca Faccin