“Al Search Marketing Connect ho scoperto un gruppo di professionisti motivati, che sanno lavorare duro ma anche divertirsi!”

Era la prima volta per me al Search Marketing Connect e devo dire che l’evento ha superato le aspettative. Me lo avevano promesso: Contenuti, Networking e Divertimento ed è stato proprio così, tutti e tre gli ingredienti hanno creato due giornate uniche.

Prima giornata

Arriviamo in anticipo al padiglione di Rimini e troviamo subito dei collaboratori con cui abbiamo lavorato assieme durante l’anno ma che non avevamo mai visto. Caffè insieme e sembra di essere amici da sempre.

amici-performance-ppc

Nella plenaria Giorgio Taverniti e Cosmano Lombardo presentano il convegno. Subito si respira un’aria di leggerezza e informalità ma nello stesso tempo alti contenuti tecnici portati da persone qualificate tra cui ricordo Nicola Briani che ha parlato di machine learning, Marco Quadrella con un interessantissimo intervento sulla SEM strategy del futuro, ed Enrico Altavilla che ha cercato di fare più chiarezza sul “Medic Update”.

A mezzogiorno pranzo tutti assieme e dal pomeriggio iniziano le sessioni dedicate nelle varie sale: SEO, Analytics, PPC, Google Tools, Content Marketing…su ogni sala parla un esperto.

Gli speech sono frizzanti e quello che mi ha colpito di più è la diversità che ogni speaker cerca di portare per distinguersi e vincere “la gara”. Infatti ogni presentazione viene votata dai partecipanti e questo crea una sfida propositiva verso il miglioramento continuo.

Ricordo in particolare lo speech di Gabriele Benedetti sulla gestione delle campagne Google Ads durante il quale, molto ironicamente, interagiva con un neonato che in aula ogni tanto si faceva sentire. Oppure Matteo Zambon che, con ormai il suo consolidato format, ha spiegato l’uso che possiamo fare di Google Optimize per la creazione di landing page efficaci e non basate sul “gusto personale”.

La “cena della ditta”

Questo è il mio primo Natale da freelance 100% ed ero convinto che non avrei fatto nessuna “cena aziendale” ma devo dire che alla cena al Search Marketing Connect sembrava di essere tutti colleghi! Birra, aperitivo, convivialità, balli, scherzi, paragonarla ad una cena aziendale è riduttivo qui eravamo al limite del matrimonio!

birra-performance-ppc

Qui ci si può trovare a ballare assieme al guru che ha scritto il tuo libro preferito, per poi parlare a mezzanotte di script Java a tavola e infine di nuovo a ballare fino le 1.30.

Il secondo giorno

Nella seconda giornata abbiamo trovato gli interventi ancora più interessanti. Ricordo Giovanni Cappellotto con l’intervento su Amazon, molto utile per i nostri clienti che hanno eCommerce. Provenendo io dall’area del Project Management, non ho potuto non apprezzare lo speech di Paolo Dello Vicario sulla mappatura delle attività di agenzia per passare dall’arte ai processi.

Conclusioni

performance-ppc-search-marketing-connect-2018

In definitiva ho conosciuto un gruppo e una sorta di famiglia, unito dalla passione per il WEB Marketing, persone che non hanno bisogno di stare nella stessa stanza tutti i giorni per sentirsi connesse.

Siamo rimasti fino alla fine infatti mi ritrovo nell’ultima foto. Ho dovuto rinunciare alla recita di Natale di mia figlia per essere presente ma devo dire che sono riusciti a non farmene pentire, spero il prossimo anno di portare anche lei 🙂

P.S. Le magliette PerformancePPC hanno fatto furore pensiamo già all’anno prossimo di aprire una bancarella!

eam-performance-ppc

P.P.S. Nel caso volessi partecipare anche tu al prossimo Search Marketing Connect che si terrà in dicembre 2019 a Milano, trovi già i biglietti a prezzo ridotto nel sito Search Marketing Connect.

By Luca F